Mese: novembre 2020

Brt Guidonia – La chiusura Covid verrà considerata “Ferie”

Di Simona Boenzi

Amaro risveglio per i dipendenti della sede Bartolini di Guidonia, filiale 142. I giorni di chiusura a causa di un focolaio, rispettivamente 15, 16 e 19 ottobre 2020, disposte dalle autorità comunali, verranno “giustificate” come “ferie “. E se in tutta Italia si pone l’accento sull’ultimo Dpcm , che stringe su ristoratori, palestre, centri estetici, dall’altra, un altro fronte si trova messo al muro e preso col cappio alla gola: L’ Operaio

Eppure , di fronte a questo problema – il giurista cerca prima di tutto se vi sia una disposizione specifica che dia una risposta. In assenza, si deve ragionare sulla base delle regole generali e dei principi, tenendo conto che in molti casi vi sarà la necessità di operare un cosiddetto “bilanciamento” tra diritti: quelli di lavoratrici e lavoratori, ma anche quelli dell’impresa e della collettività

Per le attività sospese dalle varie ordinanze (per imprese o per singoli lavoratori) siamo innanzi a sospensioni per fatto non imputabile al datore di lavoro. Giuridicamente viene meno l’obbligo di pagare la retribuzione e versare i contributi, ma si può fare ricorso agli ammortizzatori sociali, in particolare la cassa integrazione guadagni ordinaria, che prevede una indennità reddituale e la contribuzione figurativa.

Una situazione che deve essere assolutamente presa in mano da autorità governative – chi ha disposto la chiusura – e datori di lavoro

Il DL 9 – ma solo per i dipendenti pubblici – dice che le assenze dovute alle misure di contenimento del contagio siano considerate come servizio ordinario e regolarmente retribuite (viene meno solo l’indennità di mensa). La stessa norma, per i pubblici, equipara la quarantena al ricovero ospedaliero.

Più incerta è la situazione di imprese e attività che non sono interessate a sospensioni obbligatorie, ma adottano misure prudenziali di sospensione o riduzione del lavoro. Non c’è questione, ovviamente, se le parti si accordano per la gestione del periodo di emergenza: lavoro a distanza, attività di aggiornamento o formazione, utilizzo di ferie o permessi

Per le sospensioni decise unilateralmente dal datore di lavoro, la regola generale è che la retribuzione sia comunque dovuta

Dovranno essere valutati i singoli casi, non potendo escludersi che la sospensione sia riconducibile all’adempimento di un vero e proprio obbligo di sicurezza e prevenzione.

Storytelling- Blair witch Guidonia

La misteriosa strega avvistata nelle campagne tiburtine

Tornarono dopo una serata trascorsa insieme ad amici , i due gemelli che sul finire degli anni 80, all’epoca adolescenti, raccontano e mostrano i segni di artigli lasciati sul torace. Sono trascorsi più di trent’anni e quella notte non l’hanno più dimenticata. La “Ritmo” color canna di fucile , arrivava da Roma e a bordo quattro amici. Verso l’una e mezza, la vettura, guidata da Carlo, uno dei gemelli, fece scendere Giulio e Roberta, a Villanova di Guidonia per poi proseguire dalla via Maremmana verso le campagne, percorrere una strada sterrata e giungere a casa. Ma qualcosa andò storto …

Aveva delle mani enormi e gli occhi neri cerchiati di sangue

La Ritmo venne trattenuta e come risucchiata in un vortice per poi svanire nel nulla. Il giorno seguente i due ragazzi vennero trovati da un ciclista mattiniero , sul ciglio della Maremmana. Accanto a loro un cane randagio che leccava insistentemente le ferite ed inizio’ a ringhiare alla vista del ciclista .

Poi iniziò ad abbaiare fino a svegliare i due giovani che mostravano ferite su tutto il corpo . Sulla schiena di entrambi rispettivamente due lettere , una “ F “ ed una “ H “ … Oggi questi due fratelli vivono in Austria . Nessuno ha mai più ritrovato la loro macchina . E nessuno ha mai creduto alla storia della “ strega “ . Eppure c’è ogni tanto chi giura di sentire dei lamenti provenire da quelle campagne.

Ogni volta che urla come una banshee, il giorno seguente accade qualcosa di nefasto”

Nel corso degli anni , si è persa la curiosità di capire cosa fosse questa strana creatura. Un essere che si è fermato nel tempo, una creatura demoniaca, il frutto di una seduta spiritica che ha scaricato forze malefiche o uno spirito che cerca di raggiungere la sua dimensione. Se avete voglia e soprattutto coraggio, provate ad attraversare quella che oggi è la località La Botte, immersa nel verde e nella tranquillità di giorno. Ma al calar del sole….. Tutto può succedere ( Simona Boenzi & Storytelling)